SISANews


Bookmark and Share

Un nuovo fattore di rischio cardiovascolare? La vitamina D

La carenza di vitamina D è associata a diverse malattie croniche, tra queste anche le malattie cardiovascolari. La mortalità cardiovascolare è inversamente correlata al livello serico di vitamina, ma l'esatto meccanismo con cui la vitamina D proteggerebbe dalla morte cardiovascolare rimane ancora oscuro. Forse è da ricercare in alcune azioni della vitamina come la soppressione del sistema renina-angiortensina, l'inibizione della trombosi, la protezione dalla calcificazione arteriosa, la riduzione della proliferazione dei linfociti e della produzione di citochine infiammatorie.

 

 

Adiposity and weight change in mid-life in relation to healthy survival after age 70 in women: prospective cohort study

Kilkkinen A, Knekt P, Aro A, Rissanen H, Marniemi J, Heliövaara M, Impivaara O, Reunanen A.

Am J Epidemiol 2009;170:1032-39

 

Accumulating evidence suggests that inadequate vitamin D levels may predispose people to chronic diseases. The authors aimed to investigate whether serum 25-hydroxyvitamin D (25(OH)D) level predicts mortality from cardiovascular disease (CVD). The study was based on the Mini-Finland Health Survey and included 6,219 men and women aged > or =30 years who were free from CVD at baseline (1978-1980). During follow-up through 2006, 640 coronary disease deaths and 293 cerebrovascular disease deaths were identified. Levels of 25(OH)D were determined from serum collected at baseline. Cox's proportional hazards model was used to assess the association between 25(OH)D and risk of CVD death. After adjustment for potential confounders, the hazard ratio for total CVD death was 0.76 (95% confidence interval (95% CI): 0.60, 0.95) for the highest quintile of 25(OH)D level versus the lowest. The association was evident for cerebrovascular death (hazard ratio = 0.48, 95% CI: 0.31, 0.75) but not coronary death (hazard ratio = 0.91, 95% CI: 0.70, 1.18). A low vitamin D level may be associated with higher risk of a fatal CVD event, particularly cerebrovascular death. These findings need to be replicated in other populations. To demonstrate a causal link between vitamin D and CVD, randomized controlled trials are required.

 

Am J Epidemiol 2009;170:1032-39

 

Area Soci

Eventi

31° Congresso Nazionale


31° Congresso Nazionale

Palermo, 19-21 novembre 2017
Programma completo

[continua a leggere]

Congresso SISA Sezione Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

Genova, 2 Dicembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Campania

Napoli, 9 Novembre 2017

[continua a leggere]

Giornale Italiano Arteriosclerosi

Rivista in lingua italiana
riservata ai Soci S.I.S.A.
Ultimo numero:
Anno 8 • N.4/2017

[continua a leggere]

Rivista NMCD

Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases

Istruzioni per l'accesso online

IF 2015: 3.390


Newsletter

Per essere informati sulle novità di S.I.S.A. iscrivetevi alla nostra newsletter inserendo
il vostro indirizzo di posta elettronica

Progetto LIPIGEN

LIPIGEN
Nuovo sito dedicato al Progetto LIPIGEN

 

Progetto LIPIGEN - Vecchio portale
E' necessario essere loggati come utente
Lipigen per poter accedere alla pagina

PROject Statin Intolerance SISA

 

PROSISA – PROject Statin Intolerance SISA
E' necessario essere loggati come utente
PROSISA per poter accedere alla pagina

GILA - Lipoprotein Aferesi

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Accesso Gruppo GILA-Lipoprotein Aferesi)

E' necessario essere loggati come utente del Gruppo GILA per poter accedere

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Documentazione ad accesso libero)

Pagina informativa per medici e pazienti