SISANews


Bookmark and Share

La proibizione del fumo nei luoghi pubblici è associata ad una riduzione dell'incidenza di infarto del miocardio

Con una revisione sistematica della letteratura ed una meta-analisi si portano nuove prove che l'abolizione del fumo nei luoghi pubblici comporta una riduzione del rischio cardiovascolare. I dati che sono stati ricavati in alcuni stati dell'America del Nord, in Italia ed in Scozia, cioè dove da alcuni anni sono in vigore leggi restrittive sul fumo nei locali pubblici, sono concordi nel dimostrare il declino dell'incidenza di infarto miocardico, declino che si rende evidente già entro pochi mesi dalla promulgazione delle leggi.

 

 

Cardiovascular effect of bans on smoking in public places: a systematic review and meta-analysis

Meyers DG, Neuberger JS, He J.

J Am Coll Cardiol 2009;54:1249-55

 

OBJECTIVES: A systematic review and a meta-analysis were performed to determine the association between public smoking bans and risk for hospital admission for acute myocardial infarction (AMI). BACKGROUND: Secondhand smoke (SHS) is associated with a 30% increase in risk of AMI, which might be reduced by prohibiting smoking in work and public places. METHODS: PubMed, EMBASE, and Google Scholar databases plus bibliographies of relevant studies and reviews were searched for peer-reviewed original articles published from January 1, 2004, through April 30, 2009, using the search terms "smoking ban" and "heart" or "myocardial infarct." Investigators supplied additional data. All published peer-reviewed original studies identified were included. Incidence rates of AMI per 100,000 person-years before and after implementation of the smoking bans and incidence rate ratios (IRRs) with 95% confidence intervals (CIs) were calculated. Random effects meta-analyses estimated the overall effect of the smoking bans. Funnel plot and meta-regression assessed heterogeneity among studies. RESULTS: Using 11 reports from 10 study locations, AMI risk decreased by 17% overall (IRR: 0.83, 95% CI: 0.75 to 0.92), with the greatest effect among younger individuals and nonsmokers. The IRR incrementally decreased 26% for each year of observation after ban implementation. CONCLUSIONS: Smoking bans in public places and workplaces are significantly associated with a reduction in AMI incidence, particularly if enforced over several years.

 

J Am Coll Cardiol 2009;54:1249-55

 

Area Soci

Eventi

31° Congresso Nazionale


31° Congresso Nazionale

Palermo, 19-21 novembre 2017
Programma completo

[continua a leggere]

Congresso SISA Sezione Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

Genova, 2 Dicembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Campania

Napoli, 9 Novembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Lombardia

Milano, 19-21 Ottobre 2017
Assegnati i premi

[continua a leggere]

Giornale Italiano Arteriosclerosi

Rivista in lingua italiana
riservata ai Soci S.I.S.A.
Ultimo numero:
Anno 8 • N.4/2017

[continua a leggere]

Rivista NMCD

Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases

Istruzioni per l'accesso online

IF 2015: 3.390


Newsletter

Per essere informati sulle novità di S.I.S.A. iscrivetevi alla nostra newsletter inserendo
il vostro indirizzo di posta elettronica

Progetto LIPIGEN

LIPIGEN
Nuovo sito dedicato al Progetto LIPIGEN

 

Progetto LIPIGEN - Vecchio portale
E' necessario essere loggati come utente
Lipigen per poter accedere alla pagina

PROject Statin Intolerance SISA

 

PROSISA – PROject Statin Intolerance SISA
E' necessario essere loggati come utente
PROSISA per poter accedere alla pagina

GILA - Lipoprotein Aferesi

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Accesso Gruppo GILA-Lipoprotein Aferesi)

E' necessario essere loggati come utente del Gruppo GILA per poter accedere

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Documentazione ad accesso libero)

Pagina informativa per medici e pazienti