SISAUpdate


Bookmark and Share

L'inquinamento ambientale è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari

Roberto Volpe - Servizio di prevenzione e protezione (SPP), CNR, Roma

 

L'inquinamento ambientale è da tempo indagato quale fattore di rischio per l'insorgenza non solo delle malattie neoplastiche e dell'apparato respiratorio, ma anche di quelle cardiovascolari.

A tal riguardo, considerando lo specifico interesse della comunità scientifica per tale argomento, l'American Heart Association ha pubblicato, sul numero 120 di Circulation, due articoli e un editoriale.

Nello studio di Pope e collaboratori, oltre al fumo passivo, è stata valutata l'esposizione al particolato atmosferico PM 2.5 (particelle fini di diametro <2,5 μm), un nitrato le cui fonti di inquinamento sono soprattutto veicoli, pneumatici e combustioni industriali. Dallo studio è emerso che anche l'esposizione a livelli di particolato relativamente bassi, determina un aumento statisticamente significativo delle malattie cardiovascolari e, in modo particolare, dell'infarto del miocardio.

Bell e collaboratori hanno, invece, trovato una stretta correlazione tra concentrazioni ambientali di monossido di carbonio, inquinante anch'esso di provenienza soprattutto automobilistica, e i ricoveri ospedalieri per tutte le patologie cardiovascolari (infarto del miocardio, ictus cerebrale, scompenso cardiaco, aritmie).

L'editoriale della Peters spiega i meccanismi fisiopatologici coinvolti in queste correlazioni, documentando come l'esposizione agli inquinanti sia in grado di determinare da un lato un aumento dei radicali liberi e degli indici infiammatori, con conseguente attivazione piastrinica, disfunzione endoteliale e formazione della placca aterosclerotica, dall'altro di indurre una disfunzione del sistema autonomino e un'attivazione adrenergica, situazioni che comportano una minor ossigenazione tissutale.

Il fatto che l'Organizzazione Mondiale della Sanità, proprio sulla base di un'ampia letteratura internazionale, abbia incluso l'inquinamento ambientale tra le prime 10 cause di mortalità prevenibile, suggerisce come la riduzione delle fonti inquinanti possa sortire effetti clinicamente rilevanti e importanti ricadute sulla tutela della salute. Pertanto, la politica ambientale di riduzione del tasso di inquinamento deve diventare un obiettivo prioritario nella strategia della prevenzione delle malattie non solo tumorali, ma anche cardiovascolari.

 

 

Emergency hospital admissions for cardiovascular diseases and ambient levels of carbon monoxide: results for 126 United States urban counties, 1999-2005

Bell ML, Peng RD, Dominici F, Samet JM.

Circulation 2009;120:949-55

 

Cardiovascular mortality and exposure to airborne fine particulate matter and cigarette smoke: shape of the exposure-response relationship

Pope CA 3rd, Burnett RT, Krewski D, Jerrett M, Shi Y, Calle EE, Thun MJ.

Circulation 2009;120:941-8

 

Air quality and cardiovascular health: smoke and pollution matter

Peters A.

Circulation 2009;120:924-7 - Editorial: No abstract available

 

 

 

 

 

Area Soci

Eventi

31° Congresso Nazionale 2017


31° Congresso Nazionale 2017

Palermo, 19-21 novembre 2017
Programma completo

[continua a leggere]

Congresso SISA Sezione Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

Genova, 2 Dicembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Campania

Napoli, 9 Novembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Lombardia

Milano, 19-21 Ottobre 2017
Assegnati i premi

[continua a leggere]

Giornale Italiano Arteriosclerosi

Rivista in lingua italiana
riservata ai Soci S.I.S.A.
Ultimo numero:
Anno 8 • N.4/2017

[continua a leggere]

Rivista NMCD

Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases

Istruzioni per l'accesso online

IF 2015: 3.390


Newsletter

Per essere informati sulle novità di S.I.S.A. iscrivetevi alla nostra newsletter inserendo
il vostro indirizzo di posta elettronica

Progetto LIPIGEN

LIPIGEN
Nuovo sito dedicato al Progetto LIPIGEN

 

Progetto LIPIGEN - Vecchio portale
E' necessario essere loggati come utente
Lipigen per poter accedere alla pagina

PROject Statin Intolerance SISA

 

PROSISA – PROject Statin Intolerance SISA
E' necessario essere loggati come utente
PROSISA per poter accedere alla pagina

GILA - Lipoprotein Aferesi

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Accesso Gruppo GILA-Lipoprotein Aferesi)

E' necessario essere loggati come utente del Gruppo GILA per poter accedere

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Documentazione ad accesso libero)

Pagina informativa per medici e pazienti