SISANews


Bookmark and Share

Una buona forma fisica aiuta a contrastare gli effetti negativi dell'aumento del grasso corporeo

 

L'incremento del peso è un ben noto fattore di rischio cardiovascolare principalmente perché si associa a ipertensione, sindrome metabolica e ipercolesterolemia. E' altrettanto noto che il mantenimento di una buona forma fisica è invece un dato positivo e si associa ad una riduzione oltre che dei fattori di rischio suddetti anche ad una migliore aspettativa di vita. Rimane però un quesito e cioè se il mantenimento di una buona forma fisica controbilancia, almeno in parte, gli effetti negativi dell'aumento di peso che è già diventato e lo diventerà sempre di più in futuro un problema di difficile soluzione. Lo studio di Lee e coll, che è stato condotto su oltre 1.500 adulti sani seguiti per 6 anni, conferma che l'incremento ponderale e la riduzione dell'attività fisica comportano un aumento dei fattori di rischio cardiovascolare, mentre la riduzione del peso ed il mantenimento od il miglioramento della forma fisica si associano ad un rischio cardiovascolare più basso. Fin qui niente di particolarmente nuovo. L'interesse dello studio è soprattutto dovuto alla dimostrazione che il mantenimento di una buona forma fisica attenua la comparsa di fattori di rischio anche in caso di aumento ponderale. In conclusione è meglio non ingrassare, ma se proprio non ci si riesce manteniamo almeno una buona forma fisica.

 

Changes in fitness and fatness on the development of cardiovascular disease risk factors hypertension, metabolic syndrome, and hypercholesterolemia

Lee DC, Sui X, Church TS, Lavie CJ, Jackson AS, Blair SN

J Am Coll Cardiol 2012;59:665-672

 

OBJECTIVES: This study sought examine the independent and combined associations of changes in fitness and fatness with the subsequent incidence of the cardiovascular disease (CVD) risk factors of hypertension, metabolic syndrome, and hypercholesterolemia.
BACKGROUND: The relative and combined contributions of fitness and fatness to health are controversial, and few studies are available on the associations of changes in fitness and fatness with the development of CVD risk factors.
METHODS: We followed up 3,148 healthy adults who received at least 3 medical examinations. Fitness was determined by using a maximal treadmill test. Fatness was expressed by percent body fat and body mass index. Changes in fitness and fatness between the first and second examinations were categorized into loss, stable, or gain groups.
RESULTS: During the 6-year follow-up after the second examination, 752, 426, and 597 adults developed hypertension, metabolic syndrome, and hypercholesterolemia, respectively. Maintaining or improving fitness was associated with lower risk of developing each outcome, whereas increasing fatness was associated with higher risk of developing each outcome, after adjusting for possible confounders and fatness or fitness for each other (all p for trend <0.05). In the joint analyses, the increased risks associated with fat gain appeared to be attenuated, although not completely eliminated, when fitness was maintained or improved. In addition, the increased risks associated with fitness loss were also somewhat attenuated when fatness was reduced.
CONCLUSIONS: Both maintaining or improving fitness and preventing fat gain are important to reduce the risk of developing CVD risk factors in healthy adults.

 

 

J Am Coll Cardiol 2012;59:665-672

 

Area Soci

Eventi

31° Congresso Nazionale 2017


31° Congresso Nazionale 2017

Palermo, 19-21 novembre 2017
Programma completo

[continua a leggere]

Congresso SISA Sezione Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

Genova, 2 Dicembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Campania

Napoli, 9 Novembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Lombardia

Milano, 19-21 Ottobre 2017
Assegnati i premi

[continua a leggere]

Giornale Italiano Arteriosclerosi

Rivista in lingua italiana
riservata ai Soci S.I.S.A.
Ultimo numero:
Anno 8 • N.4/2017

[continua a leggere]

Rivista NMCD

Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases

Istruzioni per l'accesso online

IF 2015: 3.390


Newsletter

Per essere informati sulle novità di S.I.S.A. iscrivetevi alla nostra newsletter inserendo
il vostro indirizzo di posta elettronica

Progetto LIPIGEN

LIPIGEN
Nuovo sito dedicato al Progetto LIPIGEN

 

Progetto LIPIGEN - Vecchio portale
E' necessario essere loggati come utente
Lipigen per poter accedere alla pagina

PROject Statin Intolerance SISA

 

PROSISA – PROject Statin Intolerance SISA
E' necessario essere loggati come utente
PROSISA per poter accedere alla pagina

GILA - Lipoprotein Aferesi

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Accesso Gruppo GILA-Lipoprotein Aferesi)

E' necessario essere loggati come utente del Gruppo GILA per poter accedere

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Documentazione ad accesso libero)

Pagina informativa per medici e pazienti