SISANews


Bookmark and Share

La lunga esposizione a bassi livelli di colesterolo LDL riduce il rischio di malattia coronarica


L'accumulo di colesterolo nella parete arteriosa dipende da molti fattori e tra questi due svolgono un ruolo prevalente: la concentrazione plasmatica di colesterolo LDL e la durata dell'esposizione del sistema arterioso agli alti livelli di colesterolo LDL. Questi due fattori spiegano in gran parte l'elevato rischio di aterosclerosi precoce nei portatori di ipercolesterolemia familiare che già in epoca prenatale hanno una concentrazione di colesterolo LDL molto alta. Ci si può aspettare che coloro che hanno per tutta la loro vita livelli bassi di colesterolo LDL, abbiano un basso rischio di cardiopatia ischemica. Questo è vero per una rara malattia genetica come l'ipobetalipoproteinemia familiare in cui i valori di colesterolo LDL sono estremamente bassi, ma lo è anche per altre situazioni in cui i livelli di colesterolo LDL non sono così ridotti. E' quanto ha dimostrato il lavoro di Ference e Coll., che hanno studiato i portatori di 9 polimorfismi genetici associati a bassi livelli di LDL. Se i bassi livelli di colesterolo LDL presenti precocemente nel corso della vita riducono il rischio coronarico, ne potrebbe derivare che la terapia ipocolesterolemizzante in coloro che hanno il colesterolo LDL più alto dei valori desiderabili, debba essere iniziata il più precocemente possibile per ridurre il tempo di esposizione a livelli di colesterolo LDL inappropriatamente elevati.

 

Effect of long-term exposure to lower low-density lipoprotein cholesterol beginning early in life on the risk of coronary heart disease: a Mendelian randomization analysis

Ference BA, Yoo W, Alesh I, Mahajan N, Mirowska KK, Mewada A, Kahn J, Afonso L, Williams KA Sr, Flack JM

J Am Coll Cardiol 2012; 60:2631-2639

 

OBJECTIVES: The purpose of this study was to estimate the effect of long-term exposure to lower plasma low-density lipoprotein cholesterol (LDL-C) on the risk of coronary heart disease (CHD).
BACKGROUND: LDL-C is causally related to the risk of CHD. However, the association between long-term exposure to lower LDL-C beginning early in life and the risk of CHD has not been reliably quantified.
METHODS: We conducted a series of meta-analyses to estimate the effect of long-term exposure to lower LDL-C on the risk of CHD mediated by 9 polymorphisms in 6 different genes. We then combined these Mendelian randomization studies in a meta-analysis to obtain a more precise estimate of the effect of long-term exposure to lower LDL-C and compared it with the clinical benefit associated with the same magnitude of LDL-C reduction during treatment with a statin.
RESULTS: All 9 polymorphisms were associated with a highly consistent reduction in the risk of CHD per unit lower LDL-C, with no evidence of heterogeneity of effect (I(2) = 0.0%). In a meta-analysis combining nonoverlapping data from 312,321 participants, naturally random allocation to long-term exposure to lower LDL-C was associated with a 54.5% (95% confidence interval: 48.8% to 59.5%) reduction in the risk of CHD for each mmol/l (38.7 mg/dl) lower LDL-C. This represents a 3-fold greater reduction in the risk of CHD per unit lower LDL-C than that observed during treatment with a statin started later in life (p = 8.43 × 10(-19)).
CONCLUSIONS: Prolonged exposure to lower LDL-C beginning early in life is associated with a substantially greater reduction in the risk of CHD than the current practice of lowering LDL-C beginning later in life.

 

J Am Coll Cardiol 2012; 60:2631-2639

 

Area Soci

Eventi

31° Congresso Nazionale


31° Congresso Nazionale

Palermo, 19-21 novembre 2017
Programma completo

[continua a leggere]

Congresso SISA Sezione Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

Genova, 2 Dicembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Campania

Napoli, 9 Novembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Lombardia

Milano, 19-21 Ottobre 2017
Assegnati i premi

[continua a leggere]

Giornale Italiano Arteriosclerosi

Rivista in lingua italiana
riservata ai Soci S.I.S.A.
Ultimo numero:
Anno 8 • N.4/2017

[continua a leggere]

Rivista NMCD

Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases

Istruzioni per l'accesso online

IF 2015: 3.390


Newsletter

Per essere informati sulle novità di S.I.S.A. iscrivetevi alla nostra newsletter inserendo
il vostro indirizzo di posta elettronica

Progetto LIPIGEN

LIPIGEN
Nuovo sito dedicato al Progetto LIPIGEN

 

Progetto LIPIGEN - Vecchio portale
E' necessario essere loggati come utente
Lipigen per poter accedere alla pagina

PROject Statin Intolerance SISA

 

PROSISA – PROject Statin Intolerance SISA
E' necessario essere loggati come utente
PROSISA per poter accedere alla pagina

GILA - Lipoprotein Aferesi

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Accesso Gruppo GILA-Lipoprotein Aferesi)

E' necessario essere loggati come utente del Gruppo GILA per poter accedere

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Documentazione ad accesso libero)

Pagina informativa per medici e pazienti