SISANews


Bookmark and Share

Gli acidi grassi a catena molto lunga proteggono dalla cardiopatia ischemica

 

Gli acidi grassi non sono solo nutrienti, ma partecipano attivamente alla regolazione del metabolismo in vari modi, per esempio attivando i recettori della proliferazione dei perossisomi (PPAR), servendo da segnale degli ormoni lipidici e modulando specifiche regioni ricche in lipidi e proteine della membrana cellulare. Alcuni studi recenti hanno fatto intravedere una potenziale utile associazione tra acidi grassi saturi a catena molto lunga (20 atomi di carbonio o più) e fibrillazione atriale, diabete e sensibilità all'insulina. Gli acidi grassi a catena molto lunga non vengono assunti con la dieta, ma hanno origine endogena e servono come costituenti degli sfingolipidi della membrana cellulare. Nello studio di Malik e coll. si confermano le analisi precedenti. La concentrazione plasmatica degli acidi grassi a catena molto lunga si correla con un profilo lipidico favorevole, con una ridotta resistenza insulinica e con un più basso rischio cardiovascolare. Alcuni elementi suggeriscono che gli effetti possano essere mediati dall'attivazione dei PPAR delta.

 

Circulating Very-Long-Chain Saturated Fatty Acids and Incident Coronary Heart Disease in US Men and Women

Malik VS, Chiuve SE, Campos H, Rimm EB, Mozaffarian D, Hu FB, Sun Q

Circulation. 2015;132:260-8


BACKGROUND: Circulating very-long-chain saturated fatty acids (VLCSFAs) may play an active role in the origin of cardiometabolic diseases.
METHODS AND RESULTS: We measured 3 VLCSFAs (C20:0, C22:0, and C24:0) in plasma and erythrocytes using gas-liquid chromatography among 794 incident coronary heart disease (CHD) cases who were prospectively identified and confirmed among women in the Nurses' Health Study (NHS; 1990-2006) and among men in the Health Professionals Follow-Up Study (HPFS; 1994-2008). A total of 1233 CHD-free controls were randomly selected and matched to cases in these 2 cohorts. Conditional logistic regression was used to estimate hazard ratios and 95% confidence intervals. Plasma VLCSFAs were correlated with favorable profiles of blood lipids, C-reactive protein, and adiponectin in the NHS and HPFS and with fasting insulin and C-peptide levels in a nationally representative US comparison population. After multivariate adjustment for lifestyle factors, body mass index, diet, and long-chain n-3 and trans fatty acids, total VLCSFAs in plasma were associated with a 52% decreased risk of CHD (pooled hazard ratio, 0.48; 95% confidence interval, 0.32-0.72, comparing extreme quintiles; Ptrend<0.0001). For VLCSFAs in erythrocytes, a nonsignificant inverse trend with CHD risk was observed (pooled hazard ratio, 0.66; 95% confidence interval, 0.41-1.06, comparing extreme quintiles; Ptrend=0.16).
CONCLUSIONS: In US men and women, plasma VLCSFAs were independently associated with favorable profiles of blood lipids and other cardiovascular disease risk markers and a lower risk of CHD. Erythrocyte VLCSFAs were associated with nonsignificant trends of lower CHD risk. Future studies are warranted to elucidate the underlying biological mechanisms.

 

Circulation. 2015;132:260-8

 

Area Soci

Eventi

31° Congresso Nazionale


31° Congresso Nazionale

Palermo, 19-21 novembre 2017
Programma completo

[continua a leggere]

Congresso SISA Sezione Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

Genova, 2 Dicembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Campania

Napoli, 9 Novembre 2017

[continua a leggere]

Congresso Regionale SISA Sezione Lombardia

Milano, 19-21 Ottobre 2017
Assegnati i premi

[continua a leggere]

Giornale Italiano Arteriosclerosi

Rivista in lingua italiana
riservata ai Soci S.I.S.A.
Ultimo numero:
Anno 8 • N.4/2017

[continua a leggere]

Rivista NMCD

Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases

Istruzioni per l'accesso online

IF 2015: 3.390


Newsletter

Per essere informati sulle novità di S.I.S.A. iscrivetevi alla nostra newsletter inserendo
il vostro indirizzo di posta elettronica

Progetto LIPIGEN

LIPIGEN
Nuovo sito dedicato al Progetto LIPIGEN

 

Progetto LIPIGEN - Vecchio portale
E' necessario essere loggati come utente
Lipigen per poter accedere alla pagina

PROject Statin Intolerance SISA

 

PROSISA – PROject Statin Intolerance SISA
E' necessario essere loggati come utente
PROSISA per poter accedere alla pagina

GILA - Lipoprotein Aferesi

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Accesso Gruppo GILA-Lipoprotein Aferesi)

E' necessario essere loggati come utente del Gruppo GILA per poter accedere

 

Gruppo Interdisciplinare Lipoprotein Aferesi
(Documentazione ad accesso libero)

Pagina informativa per medici e pazienti